I plugin in WordPress

Cos’è un plugin WordPress?

Un plugin è un componente aggiuntivo, cioè un vero e proprio programma, che aggiunge nuove funzionalità ad un sito internet realizzato con WordPress aumentandone in tal modo le possibilità di personalizzazione. E’ paragonabile alle app che vengono scaricate e installate sugli smartphone per aggiungere ulteriori opzioni di utilizzo.

I plugin di WordPress sono studiati per svariate finalità: inserire gallerie di immagini, playlist di brani musicali o pulsanti per i social network, migliorare le possibilità grafiche del tema installato, aumentre il livello di sicurezza, rendere il sito compatibile con l’e-commerce, e molto altro.

Nella directory dei plugin di WordPress sono disponibili – gratuitamente – decine di migliaia di plugin, e altre migliaia sono reperibili su siti di terze parti, sia gratuitamente che a pagamento.

Per poter utilizzare tali strumenti è sufficiente scaricarli e installarli sul sito internet. Ciò può avvenire mediate tre procedure elencate di seguito.
1. Direttamente dalla bacheca di WordPress

Nella parte sinistra della bacheca cliccare su “Plugin” e poi su “Aggiungi Nuovo”.
Nella pagina che si apre inserire il nome del plugin che si vuol installare nel campo di ricerca situato in alto a destra (in genere il campo presenta la scritta “Ricerca plugin in corso …”).

Il sistema propone l’icona del plugin ricercato: è sufficiente cliccare su “installa ora”.

Una volta installato, cliccare sul pulsante “Attiva Plugin“ che apparirà.

2. In modo manuale.

Tale procedura è necessaria quando il plugin è scaricato dal sito di terze parti, come avviene per i plugin a pagamento.

Una volta scaricata la “cartella .zip” sul computer, cliccare su “Plugin” e su “Aggiungi nuovo” nella parte sinistra della bacheca di WordPress e utilizzare il pulsante “Carica Plugin”.

Nella pagina che si apre cliccare su “Scegli File” per selezionare la “cartella .zip” scaricata.
L’ultimo passaggio consiste nel procedere con l’attivazione direttamente dalla bacheca di WordPress.

3. Tramite un client FTP (File Transfer Protocol), come FileZilla.
  • decomprimere il file del plugin scaricato.
  • aprire il tuo Client FTP e collegati al tuo sito web.
  • individuare la cartella “Wp-content” e aprire la cartella “Plugins”.
  • caricare la cartella decompressa del plugin in nella cartella “Plugins”.
  • recarsi sulla bacheca di WordPress e controllare se sia presente il plugin appena installato nella sezione “PLugin”.
  • procedere con la sua attivazione
Alcuni consigli

Controllare la “compatibilità” del plugin che si vuole installare rispetto alla versione di WordPress che è installata sul sito.

Accertarsi che il plugin sia adeguatamente aggiornato per evitare che plugin non aggiornati da mesi – o addirittura da anni – possano provocare situazioni di insicurezza al sito.

Anche il numero di installazioni attive, oltre al punteggio delle valutazioni fornite dai suoi utilizzatori, costituisce un buon ausilio per la scelta del plugin più adatto alle proprie esigenze.